Sinossi

OXYGENE:

Una donna si risveglia senza memoria in un’unità criogenica. L’ossigeno sta per finire e se vuole sperare di sopravvivere, dovrà ricordare chi è.
Senza scampo, senza memoria, 90 minuti di vita. Il tempo stringe e l’ossigeno scarseggia. Per sopravvivere Liz dovrà trovare un modo per ricordarsi chi è.

Trailer

Commento a caldo

Una donna si risveglia in una capsula criogenica con 90 minuti di tempo prima che finisca l’ossigeno. Il regista Alex Aja torna in Francia per realizzare un claustrofobico thriller da camera. Allucinazioni, aghi conficcati nella carne, cerchi blu parlanti in stile 2001: Odissea nello Spazio e cavie da laboratorio. Come Buried, ma in versione sci-fi. Siamo sinceri, l’operazione non è il massimo dell’originalità ma, nonostante tutto, il film funziona grazie ad una certa tensione e ad alcuni colpi di scena interessanti. Poi Melanie Laurent è formidabile nel caricarsi tutto il peso della storia addosso. Niente di innovativo, ma regala un buon intrattenimento.