Finalmente abbiamo una data: il 16 agosto infatti tornerà su Netflix Mindhunter, la serie che racconta la nascita della figura moderna dei serial killer. 

Nei panni degli agenti dell’Fbi dell’unità di scienza comportamentale (che si occupa di indagare e definire i profili dei serial killer) ancora Jonathan Groff Holt McCallany.  Questa volta seguiremo i protagonisti alle prese con alcuni noti omicidi di Atlanta, avvenuti tra il 1979 e il 1981. Al centro degli omicidi 28 afroamericani, bambini, adolescenti e adulti.

La serie è diventata un cult grazie anche ai serial killer, questa volta ci sarà Charles Manson, interpretato da Damon Herriman e il figlio di Sam (David Berkowitz). Anche Anna Torv torna, insieme agli agenti Fbi, nei panni della dottoressa Wendy Carr.

Una seconda stagione che si prospetta già molto interessante, nei panni di regista e produttore troveremo ancora il grande David Fincher.

LEGGI ANCHE MINDHUNTER, QUALCHE ANTICIPAZIONE SULLA SECONDA STAGIONE