Ha vinto tre Golden Globe ed è candidato a 5 premio Oscar tra i quali miglior film. Green Book, l’ultimo film di Peter Farrelly con protagonisti Viggo Mortensen e Mahershala Ali è un racconto ambientato nell’America degli anni 60, conservatrice e razzista.

La copertina dell’edizione del 1940 del Green Book


LA STORIA

Partiamo dal titolo: nel 1936 un impiegato delle poste di Harlem, Victor H. Green pubblicò “The Negro Motorist Green-Book“, una guida dove erano mappati tutti i luoghi, da hotel a diner del profondo Sud che avrebbero servito gli afroamericani.

Sullo sfondo di questa storia ci sono i due protagonisti: Don Shirley (Mahershala Ali) e Tony Lip (Viggo Mortensen). Personaggi realmente esistiti, Shirley è un musicista, un volto molto nota della musica e solito esibirsi davanti ad un pubblico di bianchi, ricco e raffinato.

 

 

Tony Lip e Don Shirley nel 1962


Tony Lip invece è un italoamericano
, più rozzo e anche un po’ razzista, anch’egli un volto noto e conosciuto in tanti club e locali. I due intraprenderanno un viaggio di lavoro nel profondo sud, nei luoghi dove i neri non sono visti di buon occhio e nel viaggio scopriranno i loro reciproci limiti, aldilà della razza, dell’orientamento sessuale e sociale.

Negli anni Ottanta poi il figlio di Tony, Nick Vallelonga, iniziò a registrare i racconti dei due, diventati amici (che lo rimarranno fino alle loro morti avvenute nel 2013). Il figlio ha firmato la sceneggiatura insieme a Farrelly e Brian Hayes Currie.

LE CRITICHE
Il film però è già stato investito da critiche negative partendo dal regista Peter Farrelly, già autore di Scemo+Scemo e Tutti pazzi per Mary. Proprio riguardo quest’ultimo film è legata l’accusa fatta da Cameron Diaz, protagonista del film. A quanto dichiarato dalla Diaz, il regista si sarebbe calato i calzoni mostrando le loro parti basse. Si aggiungono a queste accuse anche l’infelice tweet di Nick Vallelonga dove supportava la tesi di Trump ovvero che migliaia di mussulmani avrebbero festeggiato in America l’attacco alle Twin Tower.

Trailer