Da Jim Jarmusch a Marco Bellocchio, da Pedro Almodovar a Ken Loach, da Xavier Nolan ai fratello Dardenne, ecco tutti i titoli in concorso di questa 72esima edizione che sarà presieduta dal regista Alejandro G. Iñárritu (Birdman, Revenant). 

Verrà presentato fuori concorso invece il film sulla carrira di Elton John, Rocketman.

Ecco la lista dei film in concorso a Cannes 72

The Dead Don’t Die di  Jim Jarmusch.
Con Tilda Swinton, Bill Murray, Chloe Sevigny, Adam Driver, Selena Gomes e Steve Buscemi. In una piccola cittadina americana succedono strani avvenimenti… Un’invasione di zombie!

Dolor y Gloria di Pedro Almodovar.
Con Penelope Cruz e Antonio Banderas. Un regista ormai in declino ricorda con nostalgia la sua vita.

Il traditore di Marco Bellocchio.
Con Pierfrancesco Favino e Luigi Lo Cascio. Il film, unico titolo italiano candidato a Cannes, racconta la storia di Tommaso Buscetta, capo della mafia dei primi anni 90.

Young Ahmed di Jean-Pierre Dardenne, Luc Dardenne.
Una storia che racconta il terrorismo dal punto di vista dei fratelli Dardenne.

The Wild Goose Lake di Diao Yinan. Un racconto della Cina contemporanea, tra bande di giovani motociclisti e ladri. Tra i favoriti.

Parasite di Bong Joon-ho.
Si parla di famiglia in questo film che arriva direttamente dalla Corea del Sud.

Roubaix, une lumiere di Arnaud Desplechin.
Con Lea Seydoux, un thriller ambientato a Roubaix, nella Francia settentrionale.

Matthias & Maxime di Xavier Dolan.
Ambientato in Canada, racconta la storia d’amore tra due giovani cineasti.

Atlantique di Mati Diop.
Il film è ambientato in Senegal, una storia che racconta l’amore tra modernità ma anche tanta tradizione.

Little Joe di Jessica Hausner.
Con Emily Beecham e Ben Whishaw. La storia racconta di un mondo dove esistono piante geneticamente modificate che pare abbiano strane ripercussioni anche sugli essere umani…

Les Misérables di  Ladj Ly.

Sorry We Missed You di Ken Loach.
Una famiglia alle prese con la bancarotta che però troverà un modo per svoltare.

Mektoub, my love: Intermezzo di Abdellatif Kechiche.
 Il regista vincitore della Palma d’Oro nel 2013 con ‘La vita di Adele’ torna con una storia dove il protagonista è un giovane uomo, ambientato negli anni 70.

A Hidden Life di Terrence Malick.
Il regista di The tree of life ritorna con una storia ambientata nell’Austria del dopo guerra.

C’era una volta a Hollywood di Quentin Tarantino.
Con Leonardo DiCaprio, Brad Pitt, Margot Robbie. Il regista Palma d’Oro per Pulp Fiction ritorna a Cannes con un film ambientato nel 1969 che racconta la vita di un attore televisivo (Di Caprio) e della sua controfigura (Pitt). La sua storia si andrà a intrecciare inevitabilmente con la sua vicina di casa, Sharon Tate (Robbie).

Bacurau di Kleber Mendonça Filho, Juliano Dornelles.
Un paese disperso in Brasile dove qualcuno vuole uccidere tutti.

The Whistlers di Corneliu Porumboiu.
La storia racconta di un poliziotto romeno che per punizione viene mandato in un’isola delle Canarie dove accadono cose molto strane.

Frankie di Ira Sachs.
Con Isabelle Huppert. Dramma familiare ambientato in Portogallo.

Portrait Of A Lady On Fire di Céline Sciamma.
Con Valeria Golino e Adèle Haenel. Siamo nel 1700, c’è un matrimonio in arrivo, un’amicizia tra due donne e un ritratto che deve essere realizzato della promessa sposa.

It Must Be Heaven di Elia Suleiman.
E’ il regista stesso del film il protagonista di questo viaggio in giro per il mondo.

Sibyl di Justine Triet.
Con Adèle Exarchopoulos. Il film racconta la storia di una psicologa che vorrebbe scrivere un libro con le storie dei suoi pazienti.